Seguici sui nostri social

Stai cercando qualcosa in particolare?

PARITÀ DI GENERE

Agenda2030, Mondo

PARITÀ DI GENERE: CI VOGLIONO ANCORA 134 ANNI!

La parità di genere è un traguardo che richiederà ancora molto tempo per essere raggiunto. Il Global Gender Gap Report 2024  del World Economic Forum – giunto alla sua diciottesima edizione – stima che ci vorranno circa 134 anni per ottenere una completa uguaglianza tra uomini e donne in termini di diritti, trattamento, responsabilità e opportunità nella società e nel lavoro.

COS’È IL GLOBAL GENDER GAP REPORT?

Il Global Gender Gap Report è il rapporto annuale del WEF che misura le disparità di genere a livello globale (quest’anno i paesi presi in esame sono 146), analizzando il divario di genere in quattro aree fondamentali: partecipazione economica e opportunità, istruzione, salute e sopravvivenza, ed empowerment politico. Il punteggio varia da 0 (nessuna parità) a 1 (piena parità di genere).

I DATI DEL 2024

Il punteggio globale per questo 2024 è pari al 68,5%. Rispetto ai dati precedenti, il divario globale è stato colmato di un +1 punto percentuale. Nel 2023, con 143 Paesi analizzati, il divario passa da 68,5% a 68,6%.
Tuttavia, questo aumento frenato rende impossibile per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030. Si stima, infatti, che ci vorranno altre cinque generazioni per colmare il divario.

I PAESI IN TESTA ALLA CLASSIFICA 

Sebbene nessun Paese ha raggiunto la piena parità di genere, il 97% delle economie incluse per questo anno, ha colmato più del 60% del divario, rispetto all’85% del 2006. Unica eccezione, l’Islanda che continua a essere l’unica economia ad aver colmato oltre il 90% (93,5%) del proprio divario di genere. Mentre quasi tutte le nove economie della top 10 hanno chiuso oltre l’80%.

Tra queste figurano: Finlandia (87,5%), Norvegia (87,5%), Nuova Zelanda (83,5%) Svezia (81,6%), Nicaragua (81,1%), Germania (81%), Namibia (80,5%), Irlanda (80,2%) e Spagna (79,7%). Ad uscire dalla top 10 sono state la Lituania, all’11° posto (79,3%) ed il Belgio al 12° (79,3%).

PARITÀ DI GENERE: PROGRESSI E SFIDE

Il divario di genere in termini di salute e sopravvivenza si è ridotto del 96%, il divario nel livello di istruzione del 94,9%, il divario nella partecipazione economica e nelle opportunità del 60,5% e il divario nell’emancipazione politica del 22,5%.

Dal 2006, i sottoindici si sono spostati a ritmi diversi, sulla base di un campione costante di 101 Paesi. Complessivamente, il cambiamento più significativo si è verificato nell’Empowerment politico, dove la parità è balzata di 8,3 punti percentuali al 22,8% nelle ultime 18 edizioni.
Per quanto riguarda la Partecipazione economica e le opportunità e i risultati scolastici, la parità ha guadagnato rispettivamente 4,8 e 4,2 punti percentuali.

TEMPISTICHE

Con l’evoluzione di ogni singolo sottoindice che influisce sulle rispettive tempistiche di raggiungimento della parità, i risultati di quest’anno hanno allungato l’attesa per la parità in tema di:

  • risultati scolastici a 20 anni (+4 anni dal 2023)
  • emancipazione politica a 169 anni (+7 anni dal 2023)
  • partecipazione economica e le opportunità a 152 anni (-17 anni dal 2023).

Il tempo per colmare il divario di genere in materia di salute e sopravvivenza, invece, rimane indefinito.

La parità può essere a portata di mano, ma richiede una leadership decisa e risorse dedicate“.

Saadia Zahidi, Managing Director

GLOBAL GENDER PARITY SPRIN: ACCELERARE IL CAMBIAMENTO

In occasione del World Economic Forum Annual Meeting 2024, il Forum ha lanciato il Global Gender Parity Sprint, una piattaforma globale che riunisce imprese, governi e organizzazioni internazionali per guidare sei anni di accelerazione globale per colmare i divari di genere nella partecipazione economica e nella leadership, garantendo trasformazione economica, innovazione e crescita.

Questa può essere un’opportunità per guidare investimenti e innovazione fondamentale a far progredire la parità di genere creando per tutti un mondo equo dal punto di vista del genere.

Potrebbe interessarti anche: PARITÀ DI GENERE, UN OBIETTIVO FONDAMENTALE

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Articoli correlati

Lavoro, Legge

La direttiva UE (n. 2023/970) sulla trasparenza salariale è un passo importante per garantire equità e parità retributiva nei Paesi Europei. Ad oggi, nell’Ue...

Agenda2030

Economia, società ed ambiente alla base di un’iniziativa dal forte impatto culturale e civile: il “Festival della Sostenibilità” ha tagliato il nastro anche per...

Lavoro, Sociale

La parità di genere è un obiettivo fondamentale per la società e permette di garantire l’uguaglianza nei diritti e nei doveri tra uomini e...

Futuro

Il mondo sta diventando sempre più instabile: accelerazione tecnologica, incertezza economica, crisi climatiche e conflitti stanno impattando negativamente su miliardi di persone con conseguenze...