Seguici sui nostri social

Stai cercando qualcosa in particolare?

Storie d'estate

L’ARENA OPERA FESTIVAL

Fino al 9 settembre, l’Arena Opera Festival celebra la sua centesima stagione. Un anniversario importante che vedrà la presenza di personaggi nazionali e internazionali, da Jonas Kaufmann ad Anna Netrebko, da Juan Diego Flórez a Lisette Oropesa, da Luca Micheletti ad Anna Pirozzi a Ludovic Tézier e Asmik Grigorian.

Quest’anno ci sono molti eventi speciali ad animare il programma: Bolle & Friends, i recital di Jonas Kaufmann, Juan Diego Flórez e Plácido Domingo. Inoltre, è la prima volta che abbiamo la partecipazione del coro e dell’orchestra della Scala diretta da Riccardo Chailly.

Tra le produzioni storiche di quest’anno Il barbiere di Siviglia, Tosca (secondo Hugo de Ana), il Nabucco (con la regia di De Bosio), l’ultima Traviata di Zeffirelli, Carmen e Madama Butterfly con i costumi da Oscar di Emi Wada. Ma anche il Rigoletto con il debutto alla regia di Antonio Albanese, che presenta un’opera omaggio al cinema neorealista degli anni Cinquanta.

L’ARENA NELLA STORIA

La rassegna lirica più antica del mondo ha inaugurato questa stagione con l’Aida, simbolo per eccellenza della manifestazione essendo stato il titolo del primo spettacolo nel lontano 10 agosto del 1913. Si, può sembrare che qualche anno non torni nel conto ma in realtà quest’anno celebriamo la centesima stagione perché due guerre mondiali e gli anni del Covid hanno fatto annullare una decina di edizioni.

All’epoca l’evento nacque su iniziativa del tenore veronese Giovanni Zenatello e dall’impresario Ottone Rovato che scelsero proprio l’Aida per celebrare i 100 anni della nascita dell’autore Giuseppe Verdi.

L’Arena Opera Festival veniva chiamata “la Scala d’estate” perché, quando i teatri chiudevano durante l’estate, i maggiori interpreti e i più importanti personaggi del settore sceglievano di esibirsi su questo palco. La celebre Maria Callas esordì sul palco dell’Arena nel 1947 con La Gioconda di Amilcare Ponchielli. Il suo debutto iniziò proprio da qui e, dulcis in fundo, sposò anche un veronese.

Un luogo pieno di storia, cultura, passione e amore! Infatti, nel 2022, sul palco dell’Arena i primi ballerini scaligeri Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko si scambiarono (a sorpresa) la loro promessa di matrimonio.

NUMERI DA RECORD

Con questa ricchissima edizione, si pensa che il festival potrà superare addirittura il risultato del 2022, passando da 350 mila a 400 mila spettatori. Solitamente il 50% dei visitatori è rappresentato da turisti stranieri. Tra questi, l’85% arriva da Germania e Austria. L’Arena ha a disposizione 13.576 posti ci sono biglietti da 18,50 euro in su. Per tutte le info si può visitare il sito al link: https://www.arena.it/

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Articoli correlati

Viaggi

Scanno va oltre l’essere un “luogo”, è un simbolo. Un simbolo dai colori azzurri e verdi, rappresentativo dell’Abruzzo. Situata nella provincia dell’Aquila, su uno...

Cultura

Il patrimonio artistico italiano La Galleria degli Uffizi è uno dei più affascinanti musei al mondo? Difficile esprimersi su questo interrogativo perché i giudizi...

Viaggi

Situato nella bassa Valle del Lamone, a metà strada tra Firenze e Ravenna, sorge il borgo medievale di Brisighella, perla incastonata nel Parco regionale...

Viaggi

Uno dei cosiddetti “luoghi del silenzio” si trova in un angolo meraviglioso dell’Abruzzo. Siamo a Bominaco piccolo borgo Aquilano custode di incredibili bellezze, tra...