Seguici sui nostri social

Stai cercando qualcosa in particolare?

Cultura

IL PATRIMONIO DI TUTTI

Il nostro patrimonio culturale sarà interessato da un intervento di € 300 mln finalizzato ad abbattere le diseguaglianze e garantire la completa fruizione dei beni artistici da parte di tutti i cittadini.

La rimozione delle barriere fisiche, percettive, culturali e cognitive in musei, biblioteche e archivi è fondamentale per una reale e concreta accessibilità dei luoghi della cultura. L’intervento ricade nella nuova idea di cultura 4.0 che, attraverso l’innovazione, mira ad una maggior digitalizzazione e ad una rinnovata competitività per un turismo inclusivo e performante.

I DETTAGLI DELL’INVESTIMENTO

I siti archeologici e gli istituti culturali troppo spesso presentano molti tipi di barriere: ben note sono quelle fisiche e architettoniche ma ne esistono anche altre come quelle culturali e cognitive che purtroppo limitano molti cittadini nell’esercizio di un diritto imprescindibile.

Infatti, già nel lontano 1948, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani in cui l’articolo 27 recita:

Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico ed ai suoi benefici.

Articolo 27 – Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

Alla luce di queste considerazioni, intervenire in tal senso sul nostro patrimonio culturale è doveroso. Questo investimento agirà su due fronti distinti: da un lato la realizzazione di interventi in grado di abbattere fisicamente questi ostacoli e dall’altro è prevista una nuova attività di formazione per il personale amministrativo e per gli operatori culturali al fine di promuovere l’accessibilità e sviluppare nuove competenze su aspetti giuridici, accoglienza, mediazione e promozione culturale.

LE TAPPE DELL’INTERVENTO

Dai documenti emerge che, entro giugno 2026, gli interventi completati dovranno riguardare la rimozione delle barriere architettoniche e l’installazione di strumenti per consentire una corretta fruizione anche ai soggetti con ridotte capacità sensoriali. I siti culturali interessati sono 352 musei, monumenti, aree e parchi archeologici, 129 archivi, 46 biblioteche e 90 siti culturali non statali. Il 37% degli interventi è previsto al Sud. La struttura delegata al processo di coordinamento dell’investimento è la Direzione Generale Musei.

IL PNRR PER UN SISTEMA SOSTENIBILE

Sul sito nel Ministero della Cultura, nella sezione Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – Missione 1 Componente 3 si legge che gli interventi proposti hanno i seguenti obiettivi:

  • aumentare e diversificare l’offerta culturale destinandola ad un ampio spettro di utenti attraverso percorsi di visita innovativi e una migliore qualità dei servizi;
  • guidare gli operatori culturali nello sviluppo di “Piani di accessibilità”;
  • progettare e realizzare interventi utili alla rimozione delle barriere nei siti culturali;
  • formare adeguatamente il personale dell’Amministrazione e i professionisti del nostro patrimonio culturale in modo da promuovere la cultura dell’”Accesso a tutti” e dell’ospitalità, concentrandosi su aspetti legali, accoglienza, mediazione cultura.

Il PNRR, infatti, ha obiettivi e principi trasversali che mirano a ristrutturare gli asset chiave del nostro patrimonio culturale. In questo modo assisteremo alla nascita di nuovi servizi anche attraverso la partecipazione sociale usata come leva di inclusione e rigenerazione.

Un rinnovamento moderno e necessario per una Cultura 4.0 in grado di includere tutti i cittadini. Al termine di questi interventi dovremmo poter godere di un patrimonio culturale con una rinnovata attrattività, un’accessibilità sia fisica che digitale, una maggior sicurezza e sostenibilità ambientale.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Articoli correlati

Cultura, Viaggi

Il Touring Club Italiano festeggia il suo 130° anniversario con un evento straordinario: “Aperti per Voi sotto le Stelle”. Dal 21 al 23 giugno...

Cultura, Ricorrenze

Dal 1977, intorno al 18 maggio di ogni anno, per evidenziare come i “musei sono un importante mezzo di scambio culturale, arricchimento delle culture...

Viaggi

UN TUFFO NELLA STORIA SICILIANA Storia, tradizione e cultura: Trapani è uno dei centri più importanti della Sicilia occidentale. Lasciata alle spalle la città...

Viaggi

Scanno va oltre l’essere un “luogo”, è un simbolo. Un simbolo dai colori azzurri e verdi, rappresentativo dell’Abruzzo. Situata nella provincia dell’Aquila, su uno...