Seguici sui nostri social

Stai cercando qualcosa in particolare?

drone contest

Digitale

LEONARDO DRONE CONTEST

Si chiama Leonardo Drone Contest il progetto di Open Innovation ideato e realizzato da Leonardo per promuovere lo sviluppo, in Italia, dell’Intelligenza Artificiale applicata nell’ambito dei sistemi senza pilota.

“Per noi questo è un investimento per il domani, siamo proiettati nel futuro e siamo convinti che il sistema autonomo dei droni sarà assolutamente fondamentale.”

Alessandro Profumo CEO di Leonardo.
LA SINERGIA COME OBIETTIVO

L’Obiettivo del progetto è creare un “ecosistema” che coinvolga e unisca sinergicamente le capacità e le risorse delle grandi, piccole e medie imprese, degli atenei, degli spin-off e delle start-up nazionali.  

In questa logica, partecipano al progetto 6 atenei italiani:

Ciascuno degli ateneo partecipa con 1 dottorando di cui Leonardo stesso sostiene l’attività, e con un team con il quale si affronteranno in simposi e sfide.

LA PRIMA GARA

Il Drone Contest è iniziato ufficialmente il 12 novembre 2019 ed avrà una durata di 3 anni. In questo periodo i dottorandi si impegneranno nello sviluppo di un sistema a guida autonoma per droni, utilizzando e relazionando risorse e conoscenze universitarie e aziendali.

La prima competizione si è svolta il 18 settembre scorso, nel campo gara allestito presso la sede della Divisione Velivoli di Leonardo a Torino.

La gara consisteva in un percorso con ostacoli di varia entità e con target di volo ed atterraggio che includevano soste ed altre specifiche attività. In questa occasione sono stati analizzati i primi risultati e le potenzialità dei rispettivi progetti, e mercoledì si è svolta live la premiazione.

Vincitore della prima gara: il team del Politecnico di Milano, con il dottorando Gabriele Roggi – secondi parimerito Bologna e Napoli. Il Premio Speciale per “adattabilità e performance costante” è andato a Lorenzo Gentilini dell’Università di Bologna.

All’evento sono intervenuti: il ministro dell’Università e della ricerca, Manfredi, la Ministra per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione, Pisano, la Sindaca di Torino, Appendino, il presidente della Regione Piemonte, Cirio.

NUOVE SFIDE E CONSIDERAZIONI

Nel grande coinvolgimento sulle tematiche su futuro, sostenibilità, sinergia etc. non sono mancati i riferimenti al GDPR e alle problematiche di dati e Privacy. Del resto, pur restando affascinati dalle potenzialità di un futuro che sembra sempre più presente, non è possibile sottovalutare l’importanza di questi aspetti “umani” fondamentali. Nell’ottica di una sinergia a tuttotondo tra settori di varia competenza, lo sviluppo di queste tecnologie autonome prepara il terreno per molte altre sfide di tutela, sicurezza, trasferimento di nuovi rischi

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Articoli correlati

Ambiente

Il futuro della mobilità è destinato ad un cambio radicale: basti pensare allo stop ai veicoli a motore endotermico previsto nel 2035. Ma a...

Lifestyle

“INTELLIGENZA ARTIFICIALE E INTERNET OF THINGS APPLICATI ALLO SPORT. IL RUOLO DELLA RICERCA NEL PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DI UN’IDEA IN UNO USE CASE DI...

Digitale

Una recente pubblicazione apre nuove opportunità nel campo della robotica collaborativa. Infatti, in un recente studio, pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Nature Machine Intelligence...

Ambiente

PNRR: al via, primo in Italia, il Centro Nazionale per la Mobilità Sostenibile. Nasce il più grande player italiano del settore. Firmato ufficialmente l’atto...