Seguici sui nostri social

Stai cercando qualcosa in particolare?

Viaggi

BANDIERE ARANCIONI 2023

Le Bandiere Arancioni del Touring Club Italiano, riconoscimento turistico che premia i piccoli borghi italiani che si distinguono per la loro bellezza, la qualità dell’accoglienza e dei servizi al turista, si arricchiscono di cinque nuovi nomi:

  • Castelsaraceno: si trova in Basilicata, a quasi 1000 metri di altitudine, ed è un vero e proprio paradiso per gli amanti dello sport e delle attività all’aria aperta.
  • Frontone: situato ai piedi del Monte Catria, in Umbria, questo borgo è immerso nella natura e offre molte opportunità per chi vuole fare escursioni, passeggiate a cavallo o in mountain bike.
  • Monteverdi Marittimo: si trova in Toscana, nella Val di Cecina, ed è un luogo perfetto per chi ama la natura e la geotermia.
  • San Severino Marche: situato nelle Marche, questo borgo è una vera e propria città d’arte, ricca di storia e di bellezze architettoniche.
  • Sant’Agata Feltria: situato nell’entroterra riminese, questo incantevole paese di origine pre-romana è immerso nella natura e offre molte opportunità per chi vuole fare escursioni a piedi o in mountain bike.

“Con l’assegnazione di questi cinque nuovi riconoscimenti, confermiamo ancora una volta l’impegno quotidiano nel promuovere e valorizzare le aree interne del nostro Paese, che la nostra Associazione porta avanti da ben 25 anni.

Bandiere Arancioni fu la prima iniziativa in Italia dedicata ai piccoli centri e ci piace pensare che l’impegno di questi anni, fatto di migliaia di ore di sopralluoghi in incognito, di dati analizzati, di confronti con amministratori ed eventi sul territorio abbiano contribuito a mutare consapevolezza e percezione di queste realtà, facendole evolvere da realtà marginali a destinazioni di interesse”.

Isabella Andrighetti, Responsabile Certificazioni e Programmi Territoriali del TCI

Questi luoghi accolgono i viaggiatori con entusiasmo e dedizione, preservando le tradizioni locali e tutelando il patrimonio artistico e culturale. Inoltre, organizzano eventi e manifestazioni per animare i territori. Le Bandiere Arancioni, che attualmente sono 279, rappresentano l’8% delle oltre 3.300 candidature esaminate.

CASTELSARACENO (PZ)

Incastonato tra il Parco Nazionale del Pollino e l’Appennino Lucano, Castelsaraceno è un pittoresco paese di montagna che si trova a 960 metri sul livello del mare.
La città vanta un ambiente naturale incontaminato, tra foreste, pascoli, ruscelli e fiumi, che la rendono un paradiso per gli appassionati di outdoor.
Il centro storico è uno scrigno di piccole case, stradine tortuose, antichi vicoli e palazzi medievali, il tutto incastonato tra le rocce.
Il ponte tibetano, lungo 586 m, che collega il Parco Nazionale del Pollino all’Appennino Lucano-Val d’Agri Lagonegrese, è un’attrazione imperdibile che lascerà i visitatori senza fiato ed euforici. Con 1160 gradini da attraversare, vale la pena intraprendere un’avventura!
Gli amanti della natura possono dedicarsi a una varietà di attività, tra cui trekking, mountain bike, nordic walking e canyoning. Castelsaraceno è una gemma nascosta che merita sicuramente una visita!

Fonte: https://www.bandierearancioni.it/
FRONTONE (PU)

Frontone è una località situata ai piedi del Massiccio del Monte Catria (1701 mt), che regala un clima mite e salubre tutto l’anno. Qui, le fresche vallate e le verdi colline sono ideali per rilassanti passeggiate ed escursioni.
La frazione Castello, con i suoi ristoranti e bar, è molto curata e rappresenta un esempio tipico e vivace della zona. Offre una vista panoramica mozzafiato e una visita ai luoghi storici come il Castello della Porta, la torre civica rossa e le chiese della Madonna del Soccorso e di Santa Maria Assunta.
In cima al Monte Catria si erge la maestosa Croce in metallo, simbolo del territorio che può essere scoperto attraverso escursioni a piedi, a cavallo o in bicicletta (Frontone rappresenta una tappa della Ciclo Appenninica Alte Marche).
Con gli impianti di risalita, è possibile raggiungere la vetta del Catria e accedere a piste da sci, bike park, parco avventura per bambini, rifugi e sentieri escursionistici.
La gastronomia locale è un must, e sicuramente da non perdere è la crescia De.CO, prodotto tipico di Frontone, la cui ricetta è stata tramandata per generazioni nel rispetto della tradizione contadina.

Fonte: https://www.bandierearancioni.it/
MONTEVERDI MARITTIMO (PI)

Il comune geotermico più vicino al mare è considerato la “Porta d’Accesso tra Mare e Geotermia”.
Il centro storico è caratteristico, raccolto e vanta due importanti edifici religiosi: la chiesa di Sant’Andrea risalente al XIV secolo e la cappella del Santissimo Sacramento costruita nel 1751 che ospita la tomba di San Walfredo, con all’interno il Cristo Nero. Da non perdere il Museo dei Paesaggi, che espone reperti della civiltà longobarda.
A pochi chilometri di distanza si trova la frazione di Canneto, un antico castello utilizzato come roccaforte difensiva, e oggi un centro storico dove il tempo sembra essersi fermato. Qui si trova la Pieve di San Lorenzo, nota già nel 1521. Sul territorio si trovano diversi percorsi per bici e trekking, per un totale di circa 400 km, anche all’interno della Riserva Naturale Monterufoli e Caselli.

Fonte: https://www.bandierearancioni.it/
SAN SEVERINO MARCHE (MC)

San Severino Marche è una città d’arte tra le più importanti e pittoresche della provincia di Macerata, equidistante dal mare Adriatico e dai monti Sibillini.
Il Comune, il più esteso della provincia, ha un territorio che spazia tra rilievi e colline. Il centro storico si sviluppa intorno alla piazza del Popolo e si può visitare l’area archeologica di epoca romana di Septempeda, il Castello al Monte, il Museo archeologico, il Duomo vecchio e il santuario Madonna dei Lumi.
Offre una vasta gamma di attrazioni turistiche, tra cui musei come il Museo archeologico, la Pinacoteca civica, il Museo di archeologia industriale di Borgo Conce e il MArec – Museo dell’arte recuperata. Quest’ultimo raccoglie in un’unica esposizione le opere salvate dalle chiese dell’Arcidiocesi dopo il sisma del 2016.
Se ami le escursioni, l’estate è il momento perfetto per visitare l’Altopiano di Canfaito con le sue secolari faggete. Puoi goderti lo spettacolo della natura in ogni stagione dell’anno, all’interno della Riserva Naturale regionale del Monte S. Vicino e del Monte Canfaito. Inoltre, ci sono alcuni castelli sparsi sul territorio, come Elcito, Pitino e Aliforni, che meritano una visita. Se invece sei un appassionato di trekking, ti consiglio il Cammino dei Forti, un percorso ad anello in cinque tappe che ha inizio e termine proprio a San Severino Marche.

Fonte: https://www.bandierearancioni.it/
SANT’AGATA FELTRIA (RN)

Sant’Agata Feltria è un bellissimo paese con un centro storico dominato dalla rocca Fregoso e il teatro A. Mariani, il più antico teatro in legno d’Italia. Ci sono numerose chiese da visitare, tra cui San Francesco della Rosa, Santa Chiara, la collegiata di S.Agata V.M., San Girolamo e della Beata Vergine delle Grazie. Inoltre, ci sono musei e 3 fontane artistiche da ammirare durante il giro delle storiche vie del paese.

Da non perdere Petrella Guidi è un borgo medievale ben conservato che si affaccia sulla Valmarecchia, a pochi chilometri dal capoluogo. Il territorio offre numerosi sentieri e percorsi per camminate, escursioni in bici o in moto, tra cui alcuni all’interno del Bosco di Badia Mont’Ercole, sito di Interesse Comunitario. Inoltre, il territorio è attraversato dal Cammino di San Vicinio e dal Cammino di San Francesco.

Fonte: https://www.bandierearancioni.it/

Non perdete l’occasione di scoprire questi nuovi borghi italiani e di godere di una vacanza all’insegna del relax e delle bellezze del nostro territorio.

Potrebbe interessarti anche: CRESPI D’ADDA, IL VILLAGGIO OPERAIO

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Articoli correlati

Cultura, Viaggi

Il Touring Club Italiano festeggia il suo 130° anniversario con un evento straordinario: “Aperti per Voi sotto le Stelle”. Dal 21 al 23 giugno...

Viaggi

Un tempo conosciuto come “Murri de Valle”, cioè “Forte sulla Valle”, questo borgo mantiene ancora oggi la sua bellezza originaria. Situato sulla sommità di...

Food

TRADIZIONI POPOLARI TRA GUSTO E SAPORI Si è svolta, dal 12 al 15 ottobre, la quinta edizione del Messina Street Food Fest, l’evento gastronomico...

Cultura

Dal 24 giugno al 24 settembre, 20 borghi distribuiti per tutta l’Italia (uno per ogni regione) si animano con la quarta edizione di Una...