Seguici sui nostri social

Stai cercando qualcosa in particolare?

Viaggi

BANDIERE BLU 2023

La trentasettesima edizione del Programma Bandiere Blu 2023 della Fondazione FEE premia 226 comuni italiani per un totale di 458 spiagge di cui ben 17 nuove località.

BANDIERE BLU NELLA STORIA

Il riconoscimento del Programma internazionale Bandiere Blu è ormai ben noto sia tra gli operatori di settore che tra gli Enti locali. Non è un caso che ad inizio anno erano circolate voci false sulle località in classifica.

Ma andiamo con ordine. La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 (Anno europeo dell’Ambiente), che viene assegnato annualmente in 49 paesi europei ed extra-europei. Il processo di assegnazione prevede la partecipazione di due agenzie dell’ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale. La ong FEE è riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale nel campo dell’educazione ambientale e dell’educazione allo sviluppo sostenibile.

IL PROGRAMMA

La Bandiera Blu è un’eco-label ossia un’etichetta ecologica volontaria che si basa su un sistema di criteri selettivi che tiene conto degli impatti ambientali dei prodotti o dei servizi lungo l’intero ciclo di vita. Il riconoscimento viene convalidato da una certificazione rilasciata da un organismo competente e indipendente.

Nel caso delle Bandiere Blu, abbiamo una certificazione per la qualità ambientale che è assegnata a quelle località balneari (e lacustri) che non sono soltanto splendide ma anche “sane” e sostenibili. Il Programma Bandiere Blu è affermato e riconosciuto a livello mondiale e viene apprezzato da coloro che desiderano vivere un turismo marino e lacustre sostenibile. L’obiettivo principale del Programma è di promuovere in tutti una gestione sostenibile e compatibile del territorio attraverso delle scelte coerenti con l’ambiente.

I criteri del Programma sono aggiornati con costanza così da raggiungere obiettivi sempre più alti. Le auto-candidature sono inviate annualmente compilando uno specifico questionario e allegando la necessaria documentazione. La partecipazione dei Comuni al Programma Bandiere Blu è totalmente gratuita.

La Commissione di Giuria è composta da rappresentanti di diversi Enti istituzionali (come Presidenza del Consiglio-dipartimento del Turismo, Ministero delle Attività Agricole e Forestali, Comando Generale delle Capitanerie di Porto, ENEA, ISPRA, Coordinamento Assessorati al Turismo delle Regioni, DECOS -Università della Tuscia) e da organismi privati (come la Federazione Nazionale Nuoto – Sezione Salvamento, i Sindacati Balneari SIB-Confcommercio e FIBA-Confesercenti). Il Questionario Bandiera Blu si compone di 12 sezioni:

  • Notizie di carattere generale
  • La spiaggia
  • Qualità delle acque di balneazione
  • Depurazione delle acque reflue
  • Gestione dei rifiuti
  • Educazione ambientale ed informazione
  • Iniziative ambientali
  • Certificazione ambientale
  • Turismo
  • Lo stabilimento balneare
  • Pesca professionale
  • Adempimenti
CRITERI IMPRESCINDIBILI

Solo le località che hanno dimostrato di avere acque eccellenti nella stagione precedente possono presentare la candidatura. Inoltre, non vengono presi in considerazione partecipanti che non abbiano almeno l’80% dell’allaccio in fognatura delle acque reflue per l’intera località in gara. Fondamentale, poi, è l’alta vivibilità del territorio attraverso numerosi interventi come la depurazione delle acque reflue, la gestione dei rifiuti, la regolamentazione del traffico, la cura dell’arredo ed il decoro urbano, la sicurezza ed i servizi in spiaggia.

Nel corso della stagione, tutti i vincitori della Bandiera Blu sono oggetto di controlli regolari per verificare la conformità al Programma.

EDIZIONE 2023

L’edizione Bandiere Blu 2023 ha evidenziato un aumento dei lidi di mare e lago in linea con tutti i criteri richiesti dal Programma. La regina di tutte le regioni è la Liguria che, anche nel 2023, è al primo posto per il quattordicesimo anno consecutivo grazie alle sue 34 spiagge premiate.

La seconda è la Puglia che può vantare con 4 nuovi ingressi un totale di 22 riconoscimenti. Con 19 Bandiere Blu abbiamo: Campania, Toscana e Calabria. Le Marche salgono a 18, la Sardegna ne conferma 15, l’Abruzzo 14, la Sicilia 11, Lazio e Trentino 10. Emilia-Romagna e Veneto ne possono contare 9, la Basilicata ha 5 località. In fondo alla classifica, invece, troviamo il Piemonte con 5, la Lombardia (che non ha mare) ha 3 bandiere, il Friuli-Venezia Giulia ed il Molise ne hanno rispettivamente 2.

Per consultare l’elenco completo Bandiera Blu 2023 potete cliccare sul seguente link.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Articoli correlati

Viaggi

Scanno va oltre l’essere un “luogo”, è un simbolo. Un simbolo dai colori azzurri e verdi, rappresentativo dell’Abruzzo. Situata nella provincia dell’Aquila, su uno...

Viaggi

Situato nella bassa Valle del Lamone, a metà strada tra Firenze e Ravenna, sorge il borgo medievale di Brisighella, perla incastonata nel Parco regionale...

Viaggi

Le montagne, coprendo il 27% della superficie terrestre, svolgono un ruolo cruciale per la biodiversità, la conservazione dell’acqua e l’agricoltura. Per riconoscere l’importanza di...

Viaggi

Gubbio, nota come “la città grigia” per via del colore uniforme dei blocchi di calcare con cui è costruita, si trova nel cuore dell’Umbria,...