Seguici sui nostri social

Stai cercando qualcosa in particolare?

CARRIERE DEL MARE, LE OPPORTUNITÁ NEL SETTORE

Lavoro, Mare

CARRIERE DEL MARE, LE OPPORTUNITÁ DEL SETTORE

In occasione della recente pubblicazione del Rapporto Eduscopio 2022/23 – redatto dalla Fondazione Agnelli in cui vengono valutati i migliori percorsi formativi d’Italia – Salvatore d’Amico, Presidente del Gruppo Tecnico “Education e capitale umano” di Confitarma ha voluto lanciare un messaggio ai tutti i giovani che si affacciano alle carriere del mare e alle loro famiglie sulle importanti opportunità occupazionali e di carriera nel settore marittimo.

I dati di Eduscopio, nonostante il tasso di occupazione nazionale sia in calo in conseguenza della pandemia, mostrano confortanti livelli di occupabilità dei diplomati degli Istituti tecnici. Soprattutto per quelli dedicati a Trasporti e Logistica (gli ex Istituti nautici) dove – sottolinea d’Amico – i numeri sono in costante miglioramento rispetto al passato.

E prosegue. “Non è superfluo ricordare che l’indice di occupazione dei diplomati nautici nell’arco dei 24 mesi successivi al conseguimento del diploma è decisamente sottostimato, perché lo studio non può tener conto di alcune peculiarità del settore”. Infatti, per i diplomati del nautico è previsto un periodo di addestramento della durata di 12 mesi a bordo delle navi come Allievi Ufficiali e alternati di formazione a terra per diventare Ufficiali della Marina Mercantile.

“Molti dei diplomati di questi Istituti – sottolinea Salvatore d’Amico – scelgono di svolgere questo addestramento proseguendo il loro percorso formativo all’interno degli ITS, i cui iscritti vengono classificati nel rapporto Eduscopio alla stregua dei disoccupati e dei NEET. Questo lungo periodo di addestramento è obbligatoriamente previsto dalla Convenzione STCW e generalmente non si conclude entro 24 mesi dal conseguimento del diploma. Ciò nonostante, il periodo obbligatorio di navigazione a bordo in qualità di Allievo Ufficiale costituisce, di fatto, già un primo inserimento nel percorso di carriera che, consentendo di conseguire l’abilitazione professionale di Ufficiale, apre le porte a notevoli opportunità lavorative”.

Una volta diventato Ufficiale di coperta o di macchina, i giovani hanno la possibilità di raggiungere rapidamente ulteriori importanti traguardi di carriera ed elevati livelli retributivi. Con la possibilità, inoltre, di una seconda vita professionale a terra, successiva a quella di bordo. “Le aziende del cluster marittimo – evidenzia d’Amico – hanno sempre più bisogno, nei loro uffici di terra, di Comandanti e Direttori di macchina in possesso delle competenze e dell’esperienza acquisite a bordo”.

Per questo le carriere marittime rappresentano una grande opportunità per i giovani, uomini e donne, soprattutto nelle regioni meridionali, storicamente vocate alle professioni del mare.

Occorre urgentemente – ribadisce il Presidente del Gruppo Tecnico “Education e capitale umano” di Confitarma – abbattere le barriere che di fatto ostacolano l’accesso dei giovani alle carriere marittime. “È necessario sostenere con risorse pubbliche i giovani che vogliono intraprendere le carriere del mare (finanziando, almeno in parte, i corsi obbligatori di Basic Training) e adottare quelle riforme, da troppo tempo attese dalle parti sociali, volte a semplificare e aggiornare i requisiti di accesso anche ad alcune figure di sottufficiali e comuni, come elettricisti, operai meccanici, tankisti, gasisti, cuochi equipaggio, camerieri, etc.”.

Queste azioni – conclude – darebbero nuova linfa all’industria armatoriale, contribuendo a incrementare significativamente l’occupazione marittima italiana.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Articoli correlati

Scuola & Università

Al via alla IX edizione di Coding Girls, il programma formativo che dal 2014 punta ad avvicinare le nuove generazioni alle STEAM (Science Technology...

Lavoro

La fidelizzazione dei talenti nell’era delle “Grandi Dimissioni” che ha caratterizzato gli ultimi due anni diventa fondamentale per le aziende. Per “trattenere” i lavoratori...

Mare

Il settore marittimo svolgerà un ruolo fondamentale nel trasporto dei carburanti verdi necessari per raggiungere gli obiettivi climatici globali, almeno da quanto emerge dal...

Lavoro, Smartworking

Una scelta vantaggiosa per aziende, lavoratori ed ambiente Nonostante l’utilizzo dello Smart Working, rispetto allo scorso anno, sia sceso – soprattutto nella Pubblica Amministrazione...