Seguici sui nostri social

Stai cercando qualcosa in particolare?

nuovo mercato assicurativo

Assicurazioni, Digitale

ESPORT E TURISMO SPAZIALE, LE FUTURE TENDENZE DEL MERCATO ASSICURATIVO

Secondo un’analisi dell’IIA – Italian Insurtech Association, condotta con la partecipazione dei principali Digital e Tech players internazionali, gli eSport e il turismo spaziale rappresentano le tendenze future del mercato assicurativo e porteranno – entro il 2030 – 10mld di euro di premi nel nostro Paese.

Lo sviluppo di queste nuove “economie digitali” stanno modificando il quadro economico e sociale del Paese e la filiera assicurativa deve raccogliere la sfida. Solo immaginare di assicurare eventi di eSport o la propria identità digitale fino ad arrivare al turismo spaziale, oggi sembra ancora pura utopia. Questa tendenza però è destinata, nel giro di pochi anni, a diventare realtà.

“La sfida del mercato assicurativo si gioca tutta in questo campo delle economie emergenti, che sempre più stanno impattando la società, introducendo nuovi paradigmi di business”.

Simone Ranucci Brandimarte, Presidente di IIA
INNOVARE, INVESTIRE E SVILUPPARE NUOVE SINERGIE

Attualmente le classiche offerte proposte dal mercato assicurativo non sempre rispondono alle nuove richieste date dalle tecnologie emergenti. Occorre comprendere i cambiamenti futuri e cogliere le opportunità che si stanno già delineando. E per farlo bisogna continuare ad “innovare, investire e sviluppare nuove sinergie”.

Per il presidente di IIA “domani sarà fondamentale stipulare un’assicurazione per salvaguardarsi nel metaverso, ad esempio, o assicurare il turismo spaziale, computer quantistici, medicina molecolare e tante altre innovazioni generate dalle frontiere del nostro intelletto, ma se non ci pensiamo oggi rischiamo di arrivare tardi”.

“Dobbiamo saper cogliere le opportunità che quest’era ci offre ed essere pronti a trasformarle in qualcosa di concreto e produttivo. Non sono fantasia, ma un mercato da 10 miliardi di euro che si concretizzerà presto nel nostro Paese”.

IL MONDO DEL GAMING

Tra le nuove opportunità di business del mercato assicurativo quello dell’industria del gaming è certamente da tenere d’occhio. Anche se è un mercato che già oggi vale oltre 2 miliardi di euro, in ambito assicurativo risulta poco sfruttato.
Si sta lavorando su alcune tipologie di prodotto che a differenza dal mondo reale, prevedono già delle soluzioni. Ad esempio, gli eventi di eSport non sono coperti per l’annullamento delle gare; oppure, i gamer di professione non sono protetti in caso di danno reputazionale o d’immagine.

Ampliando la propria visione al mondo digitale si moltiplicano le possibilità di investimento.

L’ECONOMIA SPAZIALE

Oltre al mondo del gaming un settore che riveste un ruolo fondamentale è quello dell’economia spaziale soprattutto per l’Italia è al secondo posto a livello europeo come budget spaziale proporzionato al Pil.

La space insurance è oggi una nicchia da 475 min di dollari di premi. Una nicchia destinata ad aumentare di un ordine di grandezza nei prossimi tre anni. Ci sono oggi 8.055 satelliti in orbita, circa il 200% in più di 5 anni fa e il 68% in più dell’anno scorso”.

Gerardo Di Francesco, Segretario Generale di IIA

Un settore destinato a crescere e a svilupparsi sempre più, grazie anche alla spinta che il governo stesso sta portando avanti attraverso il Piano strategico nazionale Space economy.

“L’industria assicurativa è chiamata a sostenere questa evoluzione ‘anche attraverso innovazione di prodotto e processo, un’innovazione che avrà bisogno di un grande sforzo immaginativo, perché nello spazio potenzialmente può accadere di tutto”.

LA SFIDA DELLA DIGITALIZZAZIONE

La transizione digitale, quindi, non porta con sé solo nuove sfide per tutto il comparto assicurativo ma anche opportunità di crescita. Occorre cambiare i propri modelli di business per rispondere al meglio alle nuove esigenze del “consumatore digitale”. Una risposta che unisce professionalità, flessibilità ma soprattutto velocità e usabilità. Una ricerca dell’IIA ha evidenziato l’interesse sempre maggiore verso le polizze on demand.

Se nella prima metà del 2021 circa 500.000 persone hanno scelto polizze on demand, a chiusura dell’anno le stime sono di 1.3 milioni di sottoscrizioni con una crescita rispetto all’anno precedente del 145%.

Per stare al passo con i tempi pero, l’Italia deve colmare un profondo gap digitale. Per il 53% degli impiegati assicurativi – sempre secondo una ricerca dell’Italian Insurtech Association – è preoccupato per l’incapacità del settore di creare prodotti e servizi nuovi che rispondano alle nuove esigenze. Inoltre, il 65% non è preparato sulle tecnologie che guidando la transizione digitale come blockchain, IoT, etc.

Bisogna quindi puntare sulla formazione della futura figura dell’assicuratore che dovrà possedere competenze sia tecniche che digitali ed i prossimi anni saranno decisivi per affacciarsi al “nuovo” mercato assicurativo.

IL CLIENTE ASSICURATIVO DIGITALE ENTRO IL 2030

Potrebbe interessarti anche: NELLA TOP LIST DEI RISCHI EMERGENTI: CLIMATE CHANGE E CYBER RISK

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Articoli correlati

Digitale

Elettrodomestici abilitati alla voce, dispositivi fitness collegati, assistenti robot, sistemi di monitoraggio, realtà aumentata per il lavoro e molto altro renderanno la casa del...

Assicurazioni, Digitale

Oltre 50 anni fa il capitano Kirk, nella serie televisiva Star Trek, usava il suo orologio da polso del comando. Oggi l’uso dei dispositivi...

Ambiente, Assicurazioni

Gli effetti disastrosi del cambiamento climatico hanno ridato prova negli ultimi giorni con l’alluvione che a colpito le Marche e con l’arrivo dell’autunno di...

Assicurazioni

Come ogni anno l’ASAPS (Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale), ha fornito alcuni dati del suo Osservatorio sugli incidenti provocati dall’impatto con fauna...