Seguici sui nostri social

Stai cercando qualcosa in particolare?

Ricorrenze

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA COPERTURA SANITARIA UNIVERSALE

Oggi, 12 dicembre, si celebra la Giornata internazionale della copertura sanitaria universale, istituita dall’Organizzazione delle Nazioni Unite nel 2012 con l’obiettivo di promuovere sistemi sanitari efficienti in grado di fornire cure e servizi accessibili ovunque e di qualità per tutti.

HEALTH FOR ALL

La copertura sanitaria universale è inclusa tra gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile adottati dalle Nazioni Unite. Lo slogan ufficiale della campagna per questa giornata è #HealthForAll perché si vuole sottolineare il fulcro del problema. Infatti, dai dati forniti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità emerge che “metà della popolazione mondiale non ha ancora accesso ai servizi sanitari essenziali, più di 100 milioni di persone ogni anno vivono in condizioni di povertà per sostenere spese per l’assistenza sanitaria e oltre 930 milioni investe il 10% del proprio budget familiare in spese mediche”.

PIÙ SALUTE PER TUTTI

Il tema dell’edizione di quest’anno è “Salute per tutti: Tempo di azione”. Questo perché il nostro mondo continua a cambiare e crescono le minacce per la nostra salute a causa di varie problematiche globali come i cambiamenti climatici. È fondamentale che i paesi possano investire in sistemi sanitari resilienti ed equi in grado di garantire un livello di assistenza sanitaria per tutti.

LA SITUAZIONE ATTUALE

La comunità mondiale ha confermato il suo impegno per il raggiungimento di una copertura sanitaria universale per tutto il mondo con l’adozione della Dichiarazione politica delle Nazioni Unite sull’UHC, avvenuta il 21 settembre 2023. Questo deve spingerci ad azioni immediate e concrete in grado di raggiungere tutti coloro che hanno bisogno di aiuto.

Il UHC2030 ha realizzato un portale finalizzato a raccogliere i dati relativi all’impegno che i paesi stanno profondendo per il raggiungimento di una copertura sanitaria universale (UHC). Attraverso queste elaborazioni è possibile valutare in modo trasparente ed oggettivo i passi avanti fatti per il raggiungimento di questo scopo comune.

La copertura sanitaria universale, infatti, deve diventare una prerogativa per i governi, il settore privato, le ONG e per tutta la società civile perché la salute e il benessere non devono diventare un privilegio per pochi perché sono un diritto universale per tutti.

Potrebbe interessarti anche: IL DIABETE: UN NEMICO SUBDOLO

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Articoli correlati

Legge, Sanità

Ci eravamo lasciati lo scorso marzo all’atto dell’emanazione dei tanto attesi decreti attuativi di cui alla Legge Gelli-Bianco n. 24/2017. Ebbene, come avevamo evidenziato...

Agenda2030, Mondo

La parità di genere è un traguardo che richiederà ancora molto tempo per essere raggiunto. Il Global Gender Gap Report 2024  del World Economic Forum...

Agenda2030

Economia, società ed ambiente alla base di un’iniziativa dal forte impatto culturale e civile: il “Festival della Sostenibilità” ha tagliato il nastro anche per...

Lavoro, Ricorrenze

“Nutriamo la salute”. Con queste poche ma significative parole la FNOPI (Federazione nazionale ordini delle professioni sanitarie) inaugura l’annuale Giornata internazionale dell’infermiere. Attraverso una...