Seguici sui nostri social

Stai cercando qualcosa in particolare?

come affronta l’Italia la crisi climatica

Assicurazioni

POLIZZE ASSICURATIVE, COSTI E AIUTI DELLO STATO: COME AFFRONTA L’ITALIA LA CRISI CLIMATICA?

LA SITUAZIONE ITALIANA

Crisi climatica, eventi atmosferici e catastrofi naturali. Notizie che accompagnano la quotidianità degli italiani sempre più avvezzi ad affrontare determinate situazioni di difficoltà. Facendo un breve excursus cronologico, il nostro Paese ha affrontato recentemente diversi momenti di difficoltà: le alluvioni in Emilia Romagna a maggio, il nubifragio di Milano e gli incendi in Sicilia a luglio, sino alle nuove alluvioni in Toscana e nel centro Italia delle scorse settimane.

Non c’è stato un attimo di sosta e si contano ben 432 eventi climatici gravi a cavallo tra il 2022 ed il 2023 non ancora concluso. A fronte di questi numeri così drammatici, purtroppo, la situazione assicurativa italiana è ancora ben lontana da raggiungere degli standard accettabili.

Da Nord a Sud, infatti, appena il 5,3% delle abitazioni è assicurato contro le calamità naturali. Sale al 44%, invece, il numero relativo agli immobili assicurati contro gli incendi. Tuttavia non è solo il fuoco estivo il grande nemico della popolazione italiana.

LE ASSICURAZIONI CONTRO EVENTI ATMOSFERICI ED EVENTI CATASTROFALI

La crisi climatica è un argomento troppo ampio a seconda dell’aspetto che viene affrontato. Dal punto di vista delle compagnie assicurative c’è una netta distinzione da fare di base: la differenza tra eventi atmosferici ed eventi catastrofali. I primi riguardano la grandine, il vento, i fulmini e gli incendi.

Nella seconda area, invece, fanno parte i terremoti, le alluvioni, le frane, le inondazioni e le esondazioni. In base all’evento, quindi, vengono proposte delle polizze specifiche. Secondo le stime dell’Agenzia europea per l’ambiente, l’Italia ha fatto registrare 92 miliardi di euro di danni a cavallo tra il 1990 e il 2021.

IL CONFRONTO TRA ITALIA ED EUROPA

In un momento storico in cui gli eventi bellici stanno caratterizzando la politica estera mondiale, la crisi climatica rappresenta un argomento estremamente attuale in ogni paese. Sotto questo aspetto, quindi, appare inevitabile allargare l’analisi al resto d’Europa per evidenziare le differenze con la situazione italiana.

Ad oggi, secondo le stime della BCE, l’Italia è seconda solo alla Grecia in termini di gap negativi tra eventi catastrofali e polizze assicurative. Tra il 1980 e il 2020, Francia e Spagna hanno fatto registrare un dato assicurativo tra il 20% e il 35%. In Germania, invece, la situazione è decisamente migliore con picchi vicini al 50%. Il paragone con l’Italia appare impietoso dal momento che si attesta attorno al 5%.

I RISCHI ITALIANI

Tornando all’interno dei confini italiani, c’è anche un altro aspetto importante relativo alla crisi climatica. Secondo la classifica stilata dalla Global Domestic Climate Risk, oltre l’80% delle abitazioni italiane è esposto ad un livello medio/alto di frane, alluvioni ed erosione costiera.

I numeri assicurativi, come detto, sono abbastanza esigui mentre c’è un miglioramento per quanto riguarda il mondo aziendale. Per quanto riguarda le grandi imprese, con più di 250 dipendenti, il 78% ha stipulato una polizza assicurativa contro i rischi naturali e climatici. Tra le medie imprese si scende al 67% mentre le piccole si attestano attorno al 55%.

Alla luce di tutto ciò, appare evidente che il grande problema riguarda le micro imprese, con meno di dieci dipendenti, che non vanno oltre il 5% di copertura assicurativa contro gli eventi climatici.

Potrebbe interessarti anche: L’AGRICOLTURA BIO SI “DIFENDE” CONTRO I RISCHI METEOROLOGICI

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Articoli correlati

Cultura, Viaggi

Il Touring Club Italiano festeggia il suo 130° anniversario con un evento straordinario: “Aperti per Voi sotto le Stelle”. Dal 21 al 23 giugno...

Ambiente

Anche quest’anno il Rapporto “MobilitAria 2024”, realizzato da Kyoto Club e dall’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del Consiglio nazionale delle ricerche (IIA-CNR), analizza i dati della...

Aziende & Professionisti

LA CONFERMA DEL MADE IN ITALY Le imprese italiane non cedono di fronte alla difficoltà ma si confermano e si rilanciano. Una frase che,...

Viaggi

Alba Fucens, una delle più grandi e significative colonie romane dell’età repubblicana, si erge maestosa tra le montagne d’Abruzzo all’interno del Parco Naturale Regionale...