Seguici sui nostri social

Stai cercando qualcosa in particolare?

bonus idrico

Condominio

PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE IL BONUS IDRICO 2021

L’erogazione del bonus idrico 2021 da 1.000 euro è ufficiale: l’agevolazione si riferisce alle spese sostenute nel 2021 per interventi di efficientamento idrico.

Il decreto del Ministero della Transizione Ecologica del 27 settembre 2021, inerente all’Erogazione del Bonus Idrico 2021, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.254 del 23 ottobre 2021.

Il suddetto decreto, ai fini dell’erogazione del bonus idrico, di cui ai commi da 61 al 65 dell’art. 1 della legge n. 178 del 30 dicembre 2020, individua i soggetti beneficiari e definisce i criteri per l’ammissione al beneficio.

Il bonus idrico è finalizzato a perseguire il risparmio delle risorse idriche e si tratta un bonus di € 1.000, una tantum, per ciascun beneficiario e per le spese relative ad interventi di efficientamento idrico e sostenute dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.

Come stabilito, inoltre, il bonus è finanziato fino ad esaurimento delle risorse iscritte sul capitolo 3076 “Fondo per il risparmio di risorse idriche”, con una dotazione pari 20 milioni di euro per l’anno 2021.

I soggetti che possono beneficiare del bonus idrico sono:

  • Persone fisiche maggiorenni e residenti in Italia;
  • Titolari del diritto di proprietà o di altro diritto reale su edifici esistenti, nonché di diritti personali di godimento su parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari.

Inoltre, in caso di cointestatari o titolari di diritto reale o personale di godimento, è possibile richiedere il bonus ma solo previa dichiarazione di avvenuta comunicazione al proprietario/comproprietario dell’immobile della volontà di fruirne, da allegare alla domanda da inserire sulla piattaforma.

A tal proposito, è importante ricordare che la domanda può essere presentata una sola volta per un solo immobile e da un solo titolare o cointestatario di diritto reale o personale di godimento.

Per quanto concerne gli interventi, sono agevolabili attraverso il bonus idrico tutti gli interventi destinati alla sostituzione dei vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto, comprese le opere idrauliche e murarie collegate, nonché lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti. Sono agevolabili anche gli interventi relativi alla fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, di soffioni doccia e colonne doccia esistenti e sostituiti con nuovi apparecchi a limitazione del flusso d’acqua. Anche in tal caso sono comprese le spese sostenute per le opere idrauliche e murarie collegate, nonché le spese di smontaggio e dismissione dei sistemi preesistenti.

I rimborsi spesa verranno emessi seguendo l’ordine temporale di presentazione delle istanze, difatti, per ottenere il bonus è necessario che i beneficiari presentino istanza registrandosi sulla “Piattaforma bonus idrico” presente sul sito del Ministero della Transizione Ecologica, autenticandosi con SPID o con Carta d’Identità Elettronica. All’istanza dovrà essere allegata la copia della fattura elettronica o del documento commerciale in cui è riportato il codice fiscale del soggetto richiedente il credito, accompagnata dalla documentazione del venditore attraverso la quale poter ricondurre la transazione e il prodotto acquistato.

Il rimborso verrà escluso nel caso in cui la richiesta risulterà incompleta di informazioni e/o degli allegati indicati, inoltre, in caso di eventuali usi difformi o violazioni alle norme indicate dal decreto, il Ministero della Transizione Ecologica procederà con la revoca e il recupero del beneficio erogato, fatte salve le ulteriori sanzioni previste dalla normativa.

Potrebbe interessarti anche: SUPERBONUS 110% ANCHE PER LA RIMOZIONE E IL RIPOSIZIONAMENTO DEGLI ELEMENTI DECORATIVI DELLA FACCIATA

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Articoli correlati

Condominio

Le tematiche approfondite durante il ciclo di convegni organizzato da ANAPI in occasione del Restructura 2022 hanno suscitato grande interesse negli amministratori di condominio...

Condominio

Attraverso la risposta all’istanza di interpello posta da un contribuente, l’Agenzia delle Entrate chiarisce quali sono le spese connesse ai lavori trainati e ammesse...

Condominio

Come funziona il compenso per l’operato dell’amministratore di condominio e in quali casi l’amministratore ha diritto al rimborso delle spese sostenute nel corso della...

Condominio

Grande partecipazione da parte degli amministratori di condominio che nella giornata di formazione ANAPI svolta in occasione del Saie Bologna 2022 hanno presenziato con...