Seguici sui nostri social

Stai cercando qualcosa in particolare?

tecnologia green

Ambiente

MARE DI TECNOLOGIA GREEN

Il cambiamento climatico impone un’inversione di rotta: occorre investire sullo sviluppo di tecnologia green per un utilizzo sempre maggiore di energia pulita.

In quest’ottica la società Saipem, importante azienda italiana, sposta in avanti le frontiere dell’innovazione con nuovi modelli di business e tecnologia sostenibile. Dalle isole di fotovoltaico marino agli aquiloni in grado di sfruttare i venti ad alta quota; dalle fondazioni per turbine eoliche (fisse e galleggianti) ai robot subacquei e impianti per catturare energia da onde e correnti; queste alcune delle soluzioni rinnovabili impiegate a salvaguardia dell’ambiente.

RINNOVABILI OFFSHORE

Una delle opere di ingegneria più attuali in grado di sfruttare le fonti rinnovabili di mari e oceani è l’Hexafloat, una fondazione galleggiante a pendolo per aerogeneratori offshore.

Per accedere ai venti più forti che soffiano in mare aperto, gli sviluppatori hanno studiato la struttura in modo mobile per semplificarne l’installazione e per consentirne l’impiego anche in Paesi dove non sono presenti bassi fondali utilizzabili.

Il ‘pendolo’ è composto da una carena semi-sommergibile e un contrappeso connesso al galleggiante, oltre ovviamente i cavi di ancoraggio”. La buona dinamicità rende questa piattaforma adatta a ospitare delle maxi-turbine.

L’Hexafloat fa parte del progetto europeo AFLOWT, volto ad accelerare la diffusione sul mercato comunitario dell’eolico galleggiante. Il tutto è connesso alla necessità della Comunità Europea di aumentare al 27% l’energia rinnovabile e la riduzione del 40% di carbonio entro il 2030.

Insieme a questa soluzione, è nato un progetto per sfruttare anche l’energia solare. La controllata norvegese Moss Maritime, ha sviluppato una piattaforma galleggiante, anch’essa modulare e flessibile per impianti fotovoltaici in mare. I due progetti si integrano perfettamente e permettono di avere accesso a entrambe le risorse naturali.

I vantaggi del Solare Galleggiante sono molti, primo fra tutti il rendimento maggiore rispetto alle installazioni a terra. Infatti, l’acqua e la ventilazione aiutano a raffreddare le celle e a dissipare il calore sviluppato, migliorandone l’efficienza e la produttività.

L’innovazione non si ferma alla superficie dell’acqua ma si sviluppa anche in profondità con impianti capaci di catturare l’energia marina: da sistemi in grado di produrre elettricità dalle onde a turbine sottomarine in grado di generare elettricità dai flussi d’acqua lenti.

ENGINEERING & CONSTRUCTION ONSHORE

L’obiettivo di sostenibilità coinvolge anche le tecnologie dell’E&C onshore, mettendo a punto soluzioni in grado di ridurre drasticamente i costi di recupero dell’anidride carbonica senza impiegare composti chimici.

La società è attualmente attiva su diversi fronti tra cui:

  • realizzazione di impianti di produzione di etanolo e biodiesel;
  • bioraffinerie;
  • l’incremento di tecnologie brevettate o in corso di studio come il sistema d’accumulo per stoccare l’energia pulita o quello volto al riciclaggio dei rifiuti.
L’ITALIA E LA TRANSIZIONE ENERGETICA

Cassa Depositi e Prestiti e Saipem hanno firmato il Protocollo d’Intesa per proiettare l’Italia in prima linea nello sviluppo di progetti innovativi ad elevata sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Una collaborazione focalizzata al raggiungimento degli ambiziosi obiettivi posti sia a livello nazionale e comunitario come l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite; il Piano Nazionale Italiano Energia e Clima e il Pacchetto UE Circular Economy, che stabilisce gli obiettivi di riciclaggio dei rifiuti urbani da raggiungere nei prossimi anni (65% nel 2035).

Fabrizio Palermo, Amministratore delegato di CDP, ha affermato: “Con questo accordo Cassa Depositi e Prestiti conferma il suo impegno a favore di iniziative di sistema per la crescita sostenibile del Paese“.

Stefano Cao, Amministratore delegato di Saipem: “Con la firma di questo Protocollo di Intesa, che ha lo scopo di accelerare la transizione energetica in Italia, CDP e Saipem collaboreranno per avviare progetti innovativi ad elevata sostenibilità nei settori della generazione elettrica da fonti rinnovabili e dell’economia circolare“.

Per quanto tutto ciò possa suonare futuristico, sembra davvero arrivata l’era della tecnologia a servizio della tutela del nostro pianeta. L’augurio è che nessun settore resti indietro, soprattutto quelli che producono servizi alle aziende ed alle imprese, in prima linea nel cambiamento.

È necessario trovare soluzioni ad hoc per sostenere e tutelare le imprese in questo l’imprescindibile mutamento.

Potrebbe interessarti anche: RISCALDAMENTO GLOBALE, I DATI

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Articoli correlati

Ambiente

Ferrarelle Società Benefit, tra le prime cinque aziende nel settore delle acque minerali in Italia, annuncia di aver siglato un accordo con Aloxe, il...

Futuro

Nove progetti per immaginare il futuro. Un futuro attento alla sostenibilità, ai movimenti culturali urbani, alle cause umanitarie. Queste le tematiche affrontate nei progetti...

Digitale

Majesco ha recentemente rilasciato il suo ultimo report annuale intitolato “A seven-year itch: changes in insurer’s strategic priorities defined”. In questa indagine ha individuato...

Mare

Durante il Convegno Progetto Mare, organizzato da Confindustria il 12 maggio 2022, Mario Mattioli, presidente Confitarma e Federazione del Mare, è intervenuto alla tavola...